Formazione Interpreti e Traduttori Stampa

Percorsi di formazione permanente per interpreti e traduttori

La formazione permanente non è soltanto un nuovo processo didattico; è una rivoluzione nell’educazione dell’uomo che, non più circoscritta al periodo scolastico, si estende per necessità a tutto l’arco della vita lavorativa.
Per rispondere a quest’esigenza l’Istituto Carità Politica ha predisposto dei percorsi formativi permanenti scanditi da una serie di iniziative culturali sui temi della multiculturalità, con particolare riferimento alle religioni e alle questioni socio-politiche.

Tirocinio di alta formazione per interpreti e traduttori

La sicurezza nel tradurre da una lingua così ostica e complessa come l’italiano può derivare soltanto da un lungo tirocinio di studio e di acculturazione, fatto sì di lezioni di lingua o di grammatica, ma anche di scambi culturali, di dibattiti, di dialoghi, dai quali soltanto è possibile dedurre quelle cognizioni utili per l’esatta interpretazione di un termine, di una frase, di un concetto.
Da questa riflessione è nata l’idea di far partecipare un numero programmato di interpreti e traduttori a incontri, seminari di studio, convegni e congressi internazionali che l’Istituto Carità Politica costantemente promuove con il Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede, vuole essere un’iniziativa di reale arricchimento sul piano della formazione personale e della competenza professionale. Con una ricaduta di benefici immediatamente sensibili; ma, soprattutto, con un contributo davvero significativo allo sviluppo di un appropriato linguaggio diplomatico e religioso.

Stage di formazione in interpretariato e traduzione

Lo stage è uno strumento utile a ridurre la distanza tra il mondo degli studi e la realtà del lavoro. Un modo per mettersi alla prova e imparare ad applicare nel concreto il sapere teorico. Periodi di tirocinio formativo si possono svolgere presso l’Istituto Carità Politica. Essi non costituiscono un rapporto di lavoro e non comportano un compenso. Non è previsto un limite minimo di tempo, ma solo una durata massima di 12 mesi. Lo studente può contare sull’assistenza di un tutor accademico, che lo aiuterà a individuare i suoi compiti. Lo stage viene attivato sulla base di un accordo tra l’Istituto Carità Politica e l’Università che si assume l’onere assicurativo. Questo non esclude che l’iniziativa possa partire dallo studente.