Attività educative della Galleria d’Arte Contemporanea Stampa

In collaborazione con gli Ambasciatori accreditati presso la Santa Sede l’Associazione Carità Politica, ideò e realizzò una mostra sul tema "Terzo Millennio - Figure del Futuro".
Oltre 50 opere di altrettanti Paesi giunsero a Roma a formare una sorta di efficace sintesi dell’arte pittorica all’alba del 2000. Un pellegrinaggio dell’arte per riproporre il messaggio universale della bellezza e della bontà.

Ciascun artista, a suo modo, secondo le proprie preferenze e il proprio gusto, riprodusse la memoria e la creatività della sua gente, confidò sofferenze e raccontò gioie.
Da questa rassegna nacque la prima Sezione della Galleria D’Arte Contemporanea che iniziò un esperimento mirante ad accertare quali fossero le possibilità di svolgere un programma educativo del quale si giovassero da un lato le scuole, dall’altro la popolazione romana nel suo complesso.

Il concetto fondamentale a cui la Sezione Educativa della Galleria si è ispirata è quello di scoprire i fattori più necessari per stimolare la creatività dei giovani e degli adulti, di organizzare attività educative adatte a soddisfare quelle necessità e di intraprendere sempre nuove iniziative.
Quanto agli scopi specifici che la Sezione Educativa sta perseguendo, essi sono:

  • venire incontro ai giovani e agli adulti interessati all’arte per fini di soddisfazione personale;
  • aiutare il pubblico a comprendere l’importanza dell’esperienza creativa nella vita di tutti i giorni;
  • favorire il sorgere di metodi migliori nel campo dell’insegnamento artistico.

In sintesi, la Sezione Educativa della Galleria intende arricchire la vita degli individui, sviluppando la loro personalità creativa e il loro godimento del retaggio artistico mondiale.